Cortona ed il Museo dell' Accademia

LA PERLA DELLA TOSCANA

Cortona

Originariamente una città umbra, fu conquistata e ampliata dagli etruschi, che lo chiamavano Curtun. Il nome dovrebbe essere legato a una famiglia di parola indoeuropea, con il significato di "luogo chiuso" e di conseguenza città murata come il gatto tedesco, l'orto italiano, il cingolo inglese e il cortile, Gordio, la città anatolica e il russo città. Durante il VII secolo aC, si unì alla Lega etrusca.

 

Dettagli del Tour

DURATA TOUR

3 Ore

MAX PARTECIPANTI

30/50

COSTO TOUR

120/160 €

Cortona è il principale centro culturale e turistico della Valdichiana aretina. Antichissima città-stato facente parte delle dodecapoli etrusca. Cortona offre un panorama artistico vastissimo, che si snoda in tombe etrusche, Chiese e musei come il Diocesano, che espone un’importantissima collezione di opere di Luca Signorelli e il MAEC. Il MAEC è situato nello storico Palazzo Casali (risalente al XIII secolo) e riunisce il Museo della Città Etrusca e Romana di Cortona ed il Museo dell'Accademia Etrusca. Il percorso museale si sviluppa sui quattro piani del Palazzo, di cui due sotterranei.

 

Il percorso inizia dai sotterranei, che ospitano il Museo della Città Etrusca e Romana di Cortona. Le prime sale introducono i visitatori alla preistoria in Valdichiana con resti fossili di animali preistorici. Proseguendo nella visita delle sale, si possono vedere numerosi reperti dal Paleolitico all'età del Bronzo fino all'età del Ferro. Le sale 4, 5 e 6 sono dedicate ai reperti ritrovati nelle tumuli (tombe etrusche) di Camucia e del Sodo (due delle principali aree archeologiche della zona), conosciute anche come i Meloni. I piani nobili del Palazzo ospitano il Museo dell' Accademia Etrusca, il cui allestimento non segue un ordine cronologico o tematico, ma attraversa le tappe dello sviluppo dell' Accademia, dalla sua fondazione (avvenuta nel 1727) fino ad oggi.

 

Fanno parte di queste collezioni numerosi libri, manoscritti, reperti antichi, oggetti d'arte e artigianato, raccolti dai fondatori dell' Accademia oppure lasciati in donazione. Tra i dipinti esposti, si possono vedere le opere di alcuni importanti artisti toscani tra il XIII e il XIX secolo. Tra le collezioni dell' Accademia spicca quella egizia. Il MAEC è accessibile ai disabili, che possono utilizzare l' ascensore ed i minilift per spostarsi da un piano all' altro del Palazzo. Alla biglietteria è inoltre presente una guida BRAILLE e nel percorso museale sono state allestite delle piccole postazioni tattili pensate apposta per le persone non vedenti.

Tour Correlati

Chiese e Arte ad Arezzo

Tra le cose da visitare ad Arezzo le chiese hanno certamente un posto di primissimo piano, per vari motivi. Prima di tutto rappresentano uno spaccato della storia aretina dall’età comunale al Novecento.

Piero della Francesca

ad Arezzo

Entrando in Arezzo due sono le tappe fondamentali per poter ammirare il genio stilistico del maestro biturgense: La Cattedrale, che fa da scrigno all’unicum della Maddalena e la cappella Bacci nella Basilica di San Francesco

Uno dei borghi più belli d'Italia

Anghiari è inserito tra i Borghi più belli d'Italia e sicuramente è uno dei più pittoreschi. Il 29 giugno 1440 la pianura antistante Anghiari fu teatro di una famosa battaglia, passata alla storia appunto come battaglia d’Anghiari

Sei pronto a scoprire il cuore della Toscana?

FOLLOW ME

© 2010 Matteo Canicchi | P.IVA 02077160519

Designed by Andrea Donnini